ELENCO


- CUP della Provincia Genova
- CUP della Provincia di Brescia
- CUP della Provincia di Como
- CUP della Provincia di Cremona
- Associazione Libere Professioni di Lecco
- Comitato Interprofessionale Mantovano
- CUP della Provincia di Milano e Lombardia
- CUP della Provincia di Pavia
- Associazione Libere Professioni di Sondrio
- CUP della Provincia di Varese
- CUP della Provincia di Lodi
- CUP della Provincia di Ferrara
- CUP della Provincia di Forlì e Cesena
- CUP della Provincia di Modena
- CUP della Provincia di Parma
- CUP della Provincia di Ravenna
- CUP dell'Emilia Romagna e di Bologna
- CUP della Provincia di Pordenone
- CUP della Provincia di Trieste
- FEDERPROFESSIONISTI di Udine
- CUP - Federprofessionisti di Gorizia
- CUP della Provincia si Biella
- Consulta Unitaria Permanente Provincia Vercelli
- CUP della Provincia di Cuneo
- CUP della Provincia di Novara
- Consulta Permanente degli Ordini e Collegi Professionali della Provincia Torino
- CUP Piemonte
- CUP della Provincia di Alessandria
- CUP della Provincia di Bolzano
- CUP della Provincia di Trento
- CUP Veneto
- CUP della Provincia di Belluno
- CUP della Provincia di Padova
- CUP della Provincia di Rovigo
- Consulta Tecnica Professioni di Treviso
- CUP della Provincia di Venezia
- CUP della Provincia di Verona
- CUP della Provincia di Vicenza
- CUP della Provincia di Chieti
- CUP della Provincia di Teramo
- Consulta Interprofessionale degli Ordini e Collegi della Provincia di Frosinone
- Associazione Ordini e Collegi della Provincia di Latina
- Coordinamento Ordini e Collegi Professionali Regione Lazio
- Osservatorio Nazionale Professioni Tecniche di Campobasso
- CUP della Provincia di Arezzo
- Comitato Regionale  Geometri Toscana
- CUP della Provincia di Prato
- CUP della Provincia di Livorno
- Interordines della Provincia di Crotone
- CUP della Provincia di Reggio Calabria
- CUP della Provincia di Vibo Valentia
- CUP della Provincia di Catanzaro
- CUP della Provincia di Avellino
- CUP della Provincia di Caserta
- Consulta Interprofessionale  Ordini e Collegi Professionali di Napoli e Campania
- Consulta Interprofessionale di Salerno
- CUP Napoli
- CUP Basilicata
- CUP della Provincia di Lecce
- CUP della Provincia di Catania
- CUP della Provincia di Enna
- CUP della Provincia di Messina
- CUP della Provincia di Palermo
- CUP della Provincia di Ragusa
- Consulta Sicilia
- CUP della Provincia di Siracusa
- CUP di Agrigento
- CUP di Oristano
- CUP di Foggia
- CUP di Taranto
- CUP di Pesaro Urbino
- CUP di Ancona
- Circolo dei Professionisti di Savona

i cup territoriali

Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi Professionali

Il Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi Professionali è un'Associazione costituita, fra le rappresentanze istituzionali di livello nazionale degli Ordini e Collegi professionali. Il CUP non ha fini di lucro e rappresenta a livello nazionale, in conformità alle norme istitutive degli enti associati e nel pieno rispetto dell'autonomia di ciascuno, le professioni liberali italiane.

SCOPO

Articolo 3
Il CUP non ha fini di lucro e si ripromette di operare a livello nazionale, in conformità alle norme istitutive degli enti associati e nel pieno rispetto dell'autonomia di ciascuno e nella consapevolezza delle rispettive funzioni e specificità, al fine di:
a) conseguire un più efficace coordinamento della presenza istituzionale degli enti rappresentativi delle professioni liberali, adeguata all'importanza del ruolo svolto dai professionisti nella vita economica e sociale del Paese;
b) porre in essere iniziative e programmi unitari per la salvaguardia e la promozione dei valori di libertà propri delle professioni liberali e per la tutela degli interessi morali, giuridici ed economici comuni alle stesse;
c) regolare i rapporti tra il CUP Nazionale ed i CUP Territoriali, in conformità al Regola-mento della Conferenza Nazionale del CUP.

Articolo 4
Per il conseguimento degli scopi di cui al precedente articolo 3, il CUP Nazionale svolge le seguenti attività:
a) assume iniziative nell'interesse dei propri associati nei confronti delle Istituzioni, della pubblica amministrazione, di altre associazioni di categoria, di soggetti con i quali gli associati sono interessati ad intrattenere rapporti;
b) promuove lo studio dei temi tecnici, economici, giuridici e sociali di interesse degli as-sociati;
c) svolge le funzioni di raccordo con i C.U.P. territoriali previste dal Regolamento della Conferenza Nazionale dei C.U.P..

Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri - Comunicato Stampa
Consulta delle Professioni Torino - manifesto e pieghevole Professional Day
CUP - PAT - ADEPP - Professional Day Padova
Il Programma dell'evento - Como
Il Programma dell'evento - Lecce
Il Programma dell'evento - Ravenna



Protocolli d'intesa e convenzioni

REGIONE VENETO - Protocollo d'Intesa per la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile











NEWS

Liguria: online bando per investimenti POS FESR 2014-2020



Destinato alle micro, piccole e medie imprese per interventi sul territorio. Domande esclusivamente via web

Sul sito della Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico - FI.L.S.E. S.p.A., che supporta e assiste la Regione Liguria negli interventi a sostegno del sistema economico territoriale, è disponibile il Bando “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale” in attuazione dell’Asse 3 “Competitività delle imprese” del Programma Operativo Regionale 2014-2020 cofinanziato dal FESR – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

Ai sensi dell’ Allegato 1 al bando e di quanto previsto dal regime di aiuti de minimis, soggetti beneficiari delle agevolazioni sono le micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata che esercitano un’attività economica di cui alla classificazione ATECO 2007, ad esclusione di raggruppamenti temporanei d’impresa e reti d’impresa, soggetti del Terzo Settore, imprese in stato di liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali salvo il concordato preventivo con continuità aziendale, in difficoltà o oggetto di sanzione interdittiva. Gli investimenti ammessi ad agevolazione – si spiega ancora nel bando – , sia materiali che immateriali, devono essere realizzati nel territorio della Regione Liguria e devono essere diretti alla realizzazione di nuove unità produttive oppure all’ampliamento, alla diversificazione o trasformazione radicale della produzione di un’unità produttiva esistente. L’investimento ammissibile agevolabile non può essere inferiore a 25mila euro per le micro e piccole imprese e a 50mila per le medie imprese, mentre l’importo non può superare i 200mila euro. Le domande devono essere redatte esclusivamente on line accedendo al sistema “Bandi on line” dal sito internet www.filse.it, oppure dal sito filseonline.regione.liguria.it.