ULTIME NEWS

25/11/2021 - Equo compenso: CUP in audizione al Senato

Applicare l'equo compenso a tutti i rapporti contrattuali e alle piccole e medie imprese, adeguando la previsione alla realtà del tessuto socio-economico del Paese, ribadire la soggezione alla disciplina della Pubblica Amministrazione, vietando prestazioni professionali verso la PA con assenza di compenso e rimuovere l'ingiustificata esclusione degli agenti della riscossione e delle società veicolo di cartolarizzazione. Inoltre, da ultimo, chiarire che la disciplina dell'equo compenso si applica anche ai rapporti instaurati prima dell'entrata in vigore della normativa, purchè in corso di esecuzione. Queste, in sintesi, le proposte di modifica illustrate dal Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi Professionali (CUP) nel corso dell'audizione del 24 novembre 2021 presso la II Commissione Giustizia del Senato della Repubblica sui disegni di legge nn. 1425 e 2419 (Equo compenso prestazioni professionali) in cui ha presentato un documento contenente osservazioni e possibili interventi correttivi. - Leggi il documento

CONTATTI

Il Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi Professionali è un'Associazione costituita, fra le rappresentanze istituzionali di livello nazionale degli Ordini e Collegi professionali. Il CUP non ha fini di lucro e rappresenta a livello nazionale, in conformità alle norme istitutive degli enti associati e nel pieno rispetto dell'autonomia di ciascuno, le professioni liberali italiane.

CUP - COMITATO UNITARIO PROFESSIONI
presso
ORDINE NAZIONALE CONSULENTI DEL LAVORO
Tel+39 06 549361
FAX: +39 06 5408 282
E-mail: segreteriacup@consulentidellavoro.it

Ufficio Legislativo e di Monitoraggio Normativo del CUP

  • Scheda n.1/2017 - Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato
  • Scheda n.2/2017 - Osservazioni su linee guida Anac recanti indicazioni sull'attuazione dell'art. 14 del D.lgs. 33/2013
  • Scheda n.3/2017 - Osservazioni in merito alla (presunta) questione del fallimento del professionista, nonché in merito alla c.d. procedura di allerta